Comunicati

PUBBLICATI GLI ELENCHI DELLE OPERE INCOMPIUTE AGGIORNATI AL 31.12.2018

09/08/2019

Nella pagina https://www.serviziocontrattipubblici.it/SPInApp/it/works_unfinished.page sono pubblicati gli elenchi anagrafe delle opere pubbliche incompiute aggiornati al 31 dicembre 2018.

L’attività di ricognizione annuale ha visto impegnati operativamente il Ministero, le Regioni e Province autonome ed ITACA.

Dalla rilevazione emerge una contrazione del numero delle opere incompiute rispetto all’anno scorso (- 15,6 %), che conferma la tendenza positiva, registrata negli ultimi due anni, di una ripresa dei lavori di completamento delle opere. Ciò grazie anche all’effetto prodotto dalle nuove disposizioni in materia di programmazione di lavori pubblici (DM n.14/2018) che impegnano le amministrazioni nell’individuazione di soluzioni per il superamento della problematica concernente le opere incompiute.

Di seguito, in sintesi, la rilevazione delle opere incompiute registrate al 30.6.2019.

AMBITO RILEVAZIONE

NUMERO

2019

IMPORTO

(ultimo quadro economico)

IMPORTO oneri

ultimazione dei lavori

NUMERO

2018

Regione Abruzzo

29

30.337.544,64

26.975.870,37

31

Regione Basilicata

18

38.944.262,63

27.770.775,91

33

Regione Calabria

28

82.615.161,02

16.486.439,96

15

Regione Campania

26

39.332.460,44

6.017.041,44

41

Regione Emilia-Romagna

14

78.098.470,91

56.994.141,86

16

Regione FVG

3

2.853.673,30

2.239.825,75

5

Regione Lazio

20

20.301.324,43

14.595.787,98

45

Regione Liguria

4

25.763.491,99

9.767.412,11

4

Regione Lombardia

26

210.696.505,12

96.711.548,90

27

Regione Marche

17

54.370.377,78

41.556.253,46

16

Regione Molise

14

97.420.609,18

76.099.593,68

14

Regione Piemonte

13

75.009.876,49

7.927.562,80

9

Regione Puglia

41

1.056.970.798,35

72.850.167,82

54

Regione Sardegna

80

230.743.747,76

81.194.087,85

86

Regione Sicilia

154

485.276.365,58

274.285.267,24

162

Regione Toscana

13

23.634.124,00

7.544.184,50

16

Regione Umbria

9

5.232.541,08

2.454.268,95

15

Regione Valle d’Aosta

2

17.638.418,00

13.253.116,00

2

Regione Veneto

10

21.336.581,39

14.816.000,83

14

Provincia aut. Bolzano

0

0

0

4

Provincia aut. Trento

0

0

0

1

Ambito Nazionale

25

1.471.513.827,34

1.121.701.634,71

37

TOTALE

546

4.068.090.161,43

1.971.240.982,12

647



PRESENTAZIONE NUOVO CALCOLO SOGLIA DI ANOMALIA

24/07/2019

Il 17 luglio u.s. il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e Itaca (Istituto per l'innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) hanno promosso un seminario di approfondimento sulle novità del codice dei contratti pubblici a seguito delle disposizioni del decreto legge n. 32/19 convertito con modificazioni con legge n. 55/19.
Nel corso dell’evento sono state affrontate varie problematiche e sono state fornite indicazioni operative alle stazioni appaltanti e agli operatori economici, tra le quali quelle relative ai nuovi criteri di calcolo della soglia di anomalia. Di seguito, per assicurare uniformità di comportamento sul territorio nazionale, è possibile consultare la presentazione riguardante i predetti criteri di calcolo della soglia di anomalia.

Chiarimenti sul calcolo dell'anomalia

AVVIO DEL PORTALE UNICO PER LA PUBBLICITÀ DELLE GARE E DEI PROGRAMMI DI LAVORI, BENI E SERVIZI

07/06/2019

Nel corso del 2018 questo Ministero ha realizzato un’ importante azione di innovazione tecnologica della piattaforma informatica del Servizio Contratti Pubblici (SCP) con l’obiettivo di realizzare il Sistema a rete MIT (SCP) - Regioni e Province autonome.


L’iniziativa ha visto coinvolti il Ministero e gli Osservatori regionali dei contratti pubblici, mediante la realizzazione della cooperazione applicativa tra la piattaforma nazionale ed i sistemi informatizzati regionali. Le Regioni e le Province autonome hanno adeguato i propri sistemi informativi alle specifiche tecniche condivise ed indicate dal Ministero.


La cooperazione applicativa tra il sistema nazionale e i sistemi regionali, che andrà a regime dal 1 luglio 2019, realizzerà la piattaforma unica della trasparenza e pubblicità delle procedure di gara e della programmazione.

Il Sistema a rete SCP consentirà:

- di semplificare l’attività delle stazioni appaltanti relativamente agli obblighi informativi previsti dal Codice dei contratti pubblici;
- di facilitare l’accesso ai dati relativi ai bandi, avvisi ed esiti di gara, nonché alla programmazione di lavori, beni e servizi delle amministrazioni, assicurandone la massima trasparenza;
- di rendere più efficaci gli strumenti di analisi e di valutazione delle politiche pubbliche sugli investimenti.

A decorrere dal 1 luglio 2019, gli obblighi di pubblicità di cui al comma 2 dell’articolo 29 ed al comma 7 dell’articolo 21 del Codice dei contratti pubblici saranno assolti utilizzando le nuove modalità rese disponibili dal Sistema a rete MIT (SCP) -Regioni/Province autonome.

Da tale data:

- le stazioni appaltanti statali e di livello centrale e le stazioni appaltanti di ambito locale con sede nelle Regioni/Province autonome che non hanno ancora attivato un proprio sistema informativo assolveranno agli obblighi informativi, di cui sopra, tramite il Servizio Contratti Pubblici disponibile all’indirizzo https://www.serviziocontrattipubblici.it ;
- le stazioni appaltanti di ambito locale con sede nelle Regioni/Province autonome che hanno attivato un proprio sistema informativo pubblicheranno su detti sistemi, i bandi/avvisi ed esiti di gara e i programmi di lavori, beni e servizi, secondo le indicazioni fornite dagli Osservatori Regionali o strutture equivalenti; in caso di utilizzo della piattaforma SCP quest’ultima reindirizzerà le stazioni appaltanti direttamente sui sistemi informativi regionali attivi.

Il Sistema a rete MIT (SCP) - Sistemi regionali garantirà:

- la pubblicità di avvisi, bandi ed esiti di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (articoli 29 e 73 del Codice dei contratti pubblici e Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 2 dicembre 2016);
- la pubblicità dei programmi biennali di acquisti di beni e servizi e dei programmi triennali dei lavori pubblici, nonché dei relativi aggiornamenti annuali (articolo 21 del Codice dei contratti pubblici e Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, 16 gennaio 2018, n. 14);
- la rilevazione e la pubblicazione dell’elenco anagrafe delle opere incompiute (Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 13 marzo 2013, n. 42).

Il Servizio Contratti Pubblici continuerà a garantire il Servizio di supporto tecnico giuridico a tutte le stazioni appaltanti di ambito nazionale e territoriale sulla corretta applicazione della disciplina dei contratti pubblici, al fine di favorire uniformità di indirizzi ed evitare molteplicità di soluzioni operative (articolo 214, comma 10, del Codice dei contratti pubblici).

Gli Osservatori regionali/provinciali dei contratti pubblici provvederanno alla emanazione di analoghi comunicati alle stazioni appaltanti che operano sui propri territori.


N.B. In riferimento al suddetto comunicato si specifica quanto segue:
la data del 1 luglio 2019 è da intendersi quale data di entrata a regime della piattaforma unica della trasparenza e pubblicità (SCP) e di progressivo avvio delle attività di cooperazione applicativa fra il sistema informativo nazionale SCP ed i sistemi informativi regionali.
La data di attivazione della cooperazione applicativa di ciascun sistema regionale sarà resa nota tramite i previsti comunicati degli Osservatori regionali. Nelle more dell’attivazione dei sistemi regionali e sino a diversa comunicazione, gli obblighi di pubblicità si intenderanno assolti tramite il Servizio Contratti Pubblici ovvero tramite il sistema regionale indicizzato nella pagina di accesso per le amministrazioni


MODALITÀ PER INDICARE IL CORRETTO INDIRIZZO URL AI DOCUMENTI/ATTI DA PUBBLICARE

20/08/2018
Come è noto, dal 20 agosto u.s. è operativa la nuova piattaforma del Servizio contratti pubblici (di seguito SCP) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che consente la pubblicità degli avvisi, bandi, esiti di gara e dei relativi atti, nonché la pubblicità della programmazione triennale dei lavori la programmazione biennale di forniture e servizi.
Per quanto riguarda la pubblicità dei suddetti atti/documenti ai sensi dell'articolo 29, comma 2, del Codice dei contratti pubblici questo Servizio ha ritenuto di non acquisire sulla suddetta piattaforma SCP il testo integrale di detti atti/documenti, ma esclusivamente il relativo indirizzo URL che "punta" al singolo atto/documento che ai sensi del comma 1 del sopracitato articolo 29 deve essere pubblicato sul profilo del committente nella sezione "Amministrazione trasparente".
Dunque la pubblicità di detti atti/documenti sulla piattaforma SCP si intende assolta se il relativo indirizzo URL consente di visualizzare e scaricare direttamente l'atto/documento (quindi senza passaggi intermedi).

Pertanto si invitano le Amministrazioni, che recentemente hanno utilizzato la nuova piattaforma SCP, di verificare che gli atti/documenti relativi alle procedure di affidamento di appalti di lavori, beni e servizi siano effettivamente accessibili e scaricabili tramite il corrispondente indirizzo URL indicato da codeste e in caso negativo si invitano le stesse a correggere detto indirizzo URL, seguendo la procedura indicata nel manuale scaricabile da qui.


NUOVA APPLICAZIONE SOFTWARE SCP (MIT-ITACA) PER LA REDAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI E DEL PROGRAMMA BIENNALE DEGLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI

20/08/2018

E' in linea la nuova versione del sistema SCP che permette la pubblicazione dei programmi triennali di lavori e biennali di beni e servizi secondo i nuovi formati introdotti dal Decreto Ministeriale 16 gennaio 2018, n. 14.

Per accedere alla nuova applicazione, cliccare sul menu "Accesso per le amministrazioni" e poi in corrispondenza del link relativo all'ambito specifico dell'Amministrazione.

Tutti gli utenti che hanno utilizzato la precedente versione del sistema (AliProg4) per la pubblicazione sul sito SCP potranno accedere al nuovo sistema con le precedenti credenziali e vi troveranno i dati delle pregresse pubblicazioni. Eventuali programmi inseriti e non pubblicati non saranno più disponibili.

La precedende versione del sistema (AliProg4) è dismessa. Per gli utenti che avessero necessità di recuperare i dati (esportandoli in XML) l'applicazione sarà mantenuta accessibile fino a dicembre 2018 da qui


ATTENZIONE: tutti gli utenti che hanno utilizzato la precedende versione del sistema solo per la generazione dei file XML non sono abilitati all'accesso alla nuova versione. Questi utenti non avendo mai pubblicato sul servizio SCP e non essendo quindi mai stati abilitati al servizio di pubblicazione SCP, non avranno accesso al nuovo servizio con le precedenti credenziali. Se interessati dovranno effettuare la registrazione al servizio con l'apposito link. Si rimanda al menu "Accesso per le amministrazioni" per tale esigenza.


Per ulteriori approfondimenti sulla programmazione si rimanda al menu "Documentazione tecnica"


NUOVA APPLICAZIONE SOFTWARE SCP (MIT-ITACA) PER LA PUBBLICAZIONE DI AVVISI, BANDI, ESITI E ATTI ART.29

20/08/2018

E' in linea la nuova versione del sistema SCP che permette la pubblicazione di avvisi, bandi, esiti e atti di cui all'art.29 del DLgs 50/2016.

Per accedere alla nuova applicazione, cliccare sul menu "Accesso per le amministrazioni" e poi in corrispondenza del link relativo all'ambito specifico dell'Amministrazione.

Tutti gli utenti che hanno utilizzato la precedente versione del sistema (AvvisiBandiEsiti) per la pubblicazione sul sito SCP potranno accedere al nuovo sistema con le precedenti credenziali e vi troveranno i dati delle pregresse pubblicazioni.

Data di ultima modifica : 07/06/2019

Data di pubblicazione : 20/08/2018

torna all'inizio del contenuto