Prezzari regionali

L’art. 23, comma 16 del Codice degli appalti pubblici prevede che: "Per i contratti relativi a lavori il costo dei prodotti, delle attrezzature e delle lavorazioni è determinato sulla base dei prezzari regionali..."


I prezzari regionali rappresentano un parametro di riferimento ai fini del calcolo finale della base d’asta, e uno strumento di supporto alle stazioni appaltanti ed agli operatori del settore per la quantificazione dei costi degli interventi delle opere pubbliche. Il suo utilizzo consente infatti la definizione di una stima a base d'asta congrua ed omogenea nelle diverse zone territoriali coinvolte.


Il prezzario regionale  è quindi uno strumento operativo previsto dalla normativa vigente in materia di lavori pubblici, che rappresenta sia per il progettista che per l'esecutore un momento di confronto e di verifica critica nella definizione dei costi delle opere pubbliche, fermo restando che i costi devono comunque essere il risultato di un'analisi attenta e puntuale degli aspetti peculiari, sia qualitativi che quantitativi.


Ogni Regione e Provincia Autonoma ha adottato un proprio prezzario regionale, nella tabella che segue sono riportati i riferimenti ai singoli prezzari regionali


Regione Consulta i prezzari
Abruzzo Consulta i prezzari
Basilicata Consulta i prezzari
Calabria Consulta i prezzari
Campania Consulta i prezzari
Emilia-Romagna Consulta i prezzari
Friuli-Venezia Giulia Consulta i prezzari
Lazio Consulta i prezzari
Liguria Consulta i prezzari
Lombardia Consulta i prezzari
Marche Consulta i prezzari
Molise Consulta i prezzari
Piemonte Consulta i prezzari
Puglia Consulta i prezzari
Sardegna Consulta i prezzari
Sicilia Consulta i prezzari
Toscana Consulta i prezzari
Provincia Autonoma di Bolzano Consulta i prezzari
Provincia Autonoma di Trento Consulta i prezzari
Umbria Consulta i prezzari
Valle d'Aosta Consulta i prezzari
Veneto Consulta i prezzari

Data di ultima modifica : 16/04/2020

Data di pubblicazione : 16/04/2020

torna all'inizio del contenuto